Milano: i consigli di una terrona

Mi sembra un giorno perfetto per scrivere e pubblicare l’articolo su Milano. La lega purtroppo ha avuto tantissimo voti e sono stata un po’ sfigata perché ho visto quel grande 71 di Salvini IN Duomo.

Che fortuna immane (AUTOIRONICO).

Ritorniamo a Milano… ah sì giusto quella grande città, antagonista per eccellenza di Napoli, ricca di…opportunità.

Questa è l’unica cosa che non si può negare di Milano. Offre tanto e da modo a noi giovani di poter realizzare molti dei nostri sogni, come è successo al mio amico MarcoMount il ragazzo che mi ha ospitato ( ti adoro amico mio ). Quando arrivi a Milano sei travolta da una metropoli che va a 100km all’ora, in perfetto stile con il mio essere: io credo fermamente che ci sia sempre qualcosa da fare, motivo per cui ritornerò. Ho avuto la sensazione che tutto funzioni alla perfezione …organizzati, ordinati e schematici.

Questo è un grandissimo pregio che attribuisco alla capitale del Nord. Ho avuto modo di visitarla davvero bene e ammetto che c’è abbastanza da vedere

Ma come adry sono pregi? Mi vuoi dire che Milano non ha difetti? Ne parliamo alla fine della guida.

ATTENZIONE

Grazie a quel GRANDE 71 di Salvini non ho avuto modo di vedere il Duomo (chiuso per ordine pubblico ). Per questo ve lo segno come cosa da visitare e aggiornerò la guida anche con la chiesa di Santa Maria Delle Grazie che contiene il Cenacolo ( indiscusso capolavoro ) che aimè bisogna prenotare con almeno 4mesi di anticipo.


Terrazze del Duomo

Sono aperte tutti i giorni, dalle 9.00-19 ( ultimo biglietto alle 18).

Potere accedere alle terrazze o a piedi ad un costo di 9€ ( sconsigliato ) o tramite l’ascensore 13€. Sono molto carine, un punto panoramico su Milano ma sostanzialmente per fare qualche foto, nulla di più.


Castello Sforzesco

(Piazza castello 3)

Orari: 7 – 19.30

1,50€

Innamoratevi di questa costruzione, una delle mie preferite a Milano. Sembra di respirare un’aria completamente diversa dal resto della città. Credo che sia uno dei simboli indiscussi della città, un pezzo di storia e di magnificenza. Non vi consiglio personalmente di visitarne l’interno, risulta poco interessante rispetto alle maestose mura esterne.

Potete inoltre facilmente arrivarci grazie alla fermata della metro Cadorna.


Pinacoteca di Brera

(Via Brera 28)

Orari: 8.30 – 18.30

7,50€ (under25) – 10€ adulti

È stata la prima cosa che ho visitato appena scesa dalla stazione. Io AMO alla follia questo museo e tutte le sue opere ( milanesi ammetto ve lo invidio un sacco !!! ). Non solo è uno dei musei italiani più famosi ma continene delle opere assurde, quelle del Mantegna, di Raffaello e del Caravaggio

GUAGLIÙ POSTO ALTAMENTE PORNO PER AMANTI DELL’ ARTE COME ME.

Alla fine di tutte le sale, proprio nell’ultima ho trovato due delle ragioni della mia vita ( no, non scherzo ).

La meravigliosa Fiumana (o quarto stato) di Giuseppe Pellizza da Volpedo. Simbolo di rivoluzione, del popolo e della mia adolescenza.

Il Bacio di Hayez, un manifesto del mio ideale di amore incondizionato.

Non starò qui a farvi lezioni su cosa significano questi quadri, ma se siete amanti quanto me lo saprete già di sicuro.

Potete arrivare tranquillamente alla Pinacoteca scendendo alla fermata Lanza ( metro 2 ). Consiglio: perdetevi nel quartiere di Brera, il più bello a Milano.


Chiesa di S.Maurizio

(Corso Magenta 25)

Orari: 9.30 – 19.30

€ gratis.

Questa è stata davvero una meravigliosa scopert, sicuramente poco conosciuta dal punto di vista turistico. È una meraviglia di nome e di fatto ed è assurdo che sia gratuita! Chi di voi la conosceva già?

Come arrivarci? Linea 1 fermata Cordusio.


Basilica di S.Ambrogio

(Piazza S.Ambrogio)

Orari: lun- sab: 10-12 / 14.30-18.00

Dom: 15-17.00

€ gratis

Il santo patrono di Milano è S.Ambrogio (si vocifera best friend di S.Gennaro) e quindi la sua chiesa doveva essere per forza na cosa assurda. Anche qui ho preferito l’esterno che l’interno della basilica. Armatevi di pazienza e aspettate di fare delle belle foto senza turisti !!! Per visitarla potete usare la metro2 fermata S.Ambrogio.


Chiesa di S. Lorenzo

(Corso di Porta Ticinese 35)

Orari: lun – sab: 8-18.30

Dom: 9-19.00

Qui c’è bisogno di fare una parentesi un po’ più grande: non è solo la chiesa ad essere assurda, ma l’intera Piazza ( siamo alle famose colonne di S. Lorenzo). Anzi direi l’intera strada, perché Corso di Porta Ticinese è magica. È ricca di negozi vintage con capi bellissimi, piena di giovani e di vita mondana. Mi sono innamorata di questo quartiere, che porta fino ai bellissimi Navigli e la Darsena. Se prendessi casa a Milano la sceglierei proprio da queste parti: insomma qui mi sono sentita davvero a casa.


Infine volevo dedicare qualche parole ai quartieri “futuristici” di Milano. Indubbiamente completamente opposti dalla mia casa ideale, ma hanno comunque un gran fascino. Ve li segnalo senza particolari commenti: sono gusti, però credo che in una città come questa ci stiano addirittura bene.

Di particolare importanza è il famigerato Bosco Verticale ( un po’ spelacchiato nel periodo invernale ) ma comunque molto affascinante.



Dove mangiare ( bene ) a Milano

Da buona terrona potrei consigliarvi sicuramente la pizza di Sorbillo, ma dato che sono buona ho provato anche molti ristoranti davvero validi, con un menu ricco e gustoso: ma soprattutto dei luoghi dove mi sento a casa.


Mama Eat

Nella mia bella Napoli questo ristorante fa parte da sempre della tradizione del vomero alto, per questo sono felicissima che abbiano aperto altre 2 sedi in Italia a Roma e Milano.

Da MamaEat la tradizione partenopea si lega con i sapori del luogo, in un menu ricco e vario, che accontenta davvero tutti!!

MamaEat Milano

Questa volta ho deciso di provare i primi, precisamente uno spaghetto alla Nerana con zucchine e pancetta, mentre per secondo ho optato per un tonno fresco alla griglia.

MamaEat Milano

MamaEat Milano

La gentilezza e l’educazione dello staff mi ha lasciata senza parole, sono i classici gesti di persone che lavorano davvero con il cuore e con passione.

La freschezza degli alimenti, con quel pizzico di innovazione tipica di Milano credo che siano l’arma vincente di MamaEat.

MamaEat Milano


MiScusi

“La pasta unisce e rende felici“. Credo sia lo slogan migliore per questo locale e a Milano trovate ben 5 sedi!.

Da Miscusi non solo vi sentirete a casa, ma potrete ammirare da vicino la preparazione dei vari tipi di pasta.

Miscusi Milano

Miscusi Milano

L’odore inconfondibile della farina inizierà a farvi viaggiare verso ricordi lontani, magari quelli di una nonna con le mani in pasta.

Miscusi Milano

L’ambiente è superlativo, ricco di dettagli e di elementi unici, ma il punto forte è la mise en place semplice e rustica, dai colori vivaci.

Il servizio è veloce proprio per accontentare tutti, da una pausa pranzo ad un meeting di lavoro. Tutto è molto minimal, a cominciare proprio dal menù: da una parte i tipi di pasta, dall’altra tutti i condimenti. Io ho scelto i rigatoni alla gricia, mentre la mia amica dei semplici fusilli al pomodoro fresco e basilico.

Ma c’è dell’altro: dalle bruschette ai dolci della nonna, fino ad un’ampia scelta di pasta integrale o con farina di mais …insomma ragazzi non mi resta che augurarvi buon appetito!!

Miscusi Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.